Archivi tag: pennelli

Haul: pennellite, nuovo set!

Standard

Salve a tutti!

 

Voglio farvi partecipi del mio nuovo acquisto, effettuato sempre sul sito http://www.colorfulonline.com/ , del quale ormai mi fido ciecamente (spedizione assicurata, tracciabile,  in raccomandata gratuita).

 

set da 23 pennelli

set da 23 pennelli  + misure (foto del sito)

Il giallo è il mio colore preferito e avevo puntato questo set da prima di Natale, giorno dopo giorno, mese dopo mese ritornavo sempre a cercarlo e alla fine mi sono decisa a prenderlo. Ricordano molto nel colore e nello stile i pennelli del brand blasonato Bdellium.

Il set è costituito da 23 pezzi , tutti in setole sintetiche (che sinceramente preferisco alle naturali). Acquistandolo al prezzo di 18 dollari, i primi di marzo, è arrivato dopo 4 settimane, ben impaccato e integro.

I manici sono in legno laccato giallo, senza alcuna serigrafia, le setole sono trattenute da metallo cromato resistente.

Tutti i pennelli hanno la guaina di gomma trasparente per mantenere la forma, ai lati  sono presenti delle pratiche tasche porta-accessori, la chiusura è in velcro.

9 Pennelli da viso: 6 pennelli da polveri di diverse misure (round e angoled), un pennello duo fibre grande, 2 pennelli da fondo/correttore a lingua di gatto (large e small)

13 Pennelli occhi: 1 eyebuki round, 1 pennello penna, 1 pennello da sfumatura, 4 pennelli a lingua di gatto di diverse misure, 1 pennellino smudge da precisione, 1 pennello eyeliner classico, 1 pennello eyeliner/sopracciglia angolato,  1 pennello eyeliner flat, 1 scovolino mascara, 1 pettinino/spazzolina

1 Pennello labbra retraibile da borsetta

 

scusate la luce della foto, il colore reale è un giallo intenso come mostrato nella precedente

scusate la luce della foto, il colore reale è un giallo intenso come mostrato nella precedente

 

Ho lavato i pennelli e non hanno perso setole. Solo i 3 pennelli da polvere più grandi hanno rilasciato un po’ di colore al primo risciacquo ( ma proprio pochissimo), sono tutti morbidissimi e hanno mantenuto la forma.

 

Vi aggiornerò sulla resa durante l’uso e nel tempo, ma già da ora promuovo questo set: sia per il rapporto qualità/prezzo che per varietà e completezza nella tipologia dei pennelli per i vari scopi.

Annunci

Pennelli viso ebay: affare

Standard

Ragazze un mesetto fa bazzicando per ebay alla ricerca di jar mi sono imbattuta in una offerta che appariva allettante.

Tre pennelli viso, che singolarmente venivano venduti a 6.29€ l’uno, venivano proposti in set a 10,29€ con spese di spedizione gratuite (venditore di hong-kong).

I pennelli in questione venivano mostrati con un packaging simil-sigma e anche le setole, sintetiche, apparivano molto simili, ma non veniva fatta parola nella inserzione di nessun tipo di brand, nè tanto meno sui pennelli erano presenti stampe. In dettaglio i pennelli sono:

round powder brush

flat powfer brush (che devo dire cercavo da tempo a prezzi ragionevoli)

angoled blush brush
Oggi è arrivato il pacchetto, dopo 3 settimane dall’acquisto, sono soddisfatta dei tempi di spedizione e dell’imballaggio molto accurato: i pennelli, ognuno cellophanato, erano contenuti in una bustina di spugna espansa, a sua volta avvolta  in più giri di carta a bolle, tutto chiuso nella classica busta gialla in cartone della air-mail, a sua volta rivestita di bolle.

Ma arriviamo ai pennelli:

round, flat, angoled

Come detto precedentemente sono simil-sigma: hanno il supporto delle setole in metallo argentato, il manico nero, sono lunghi 14-15 cm, quindi non sono propriamente tascabili, ma nemmeno lunghi lunghi; le setole sono mediamente lunghe 3 cm e sono veramente mooooooooorbidissime e molto dense. Ho provato a “spulciarli” e non hanno perso peli.

Il round powder è più denso e cicciotto in sezione dell’angoled:

Il flat brush è praticamente un kabukino, molto fitto, tanto che ho fatto fatica a lavar via la schiuma del primo “bagnetto”

flat brush spettinato prima del lavaggio XD

Eh si, perchè ho già provveduto a lavarli, e si sono comportati egregiamente: non hanno perso un pelo e non hanno rilasciato colore, le punte bianche sono rimaste candide.

Complessivamente sono molto soddisfatta di questo acquisto, sopratutto, per circa 3€ a pennello, era una prova da fare. Anche se non li ho ancora provati all’opera, credo promettano tutti molto bene, vi aggiornerò.

Brush cleanser low cost: fatto in casa con ingredienti comuni

Standard

Il “pulisci pennelli” è un prodotto indispensabile per tutte le make-up-addict, e influisce anche sul badget complessivo a loro disposizione. Ce lo propinano tutte le case cosmetiche, alcune volte a prezzi davvero proibitivi e a mio avviso ingiustificati

Con questo post voglio darvi la mia ricetta di brush-cleanser, infatti sono ormai due anni che non ne compro più e riesco a ottenerlo in casa con pochi e semplici ingredienti, a un costo veramente irrisorio. Il web è pieno di ricette home-made: tra le più famose in Italia ci sono quelle descritte da guru come Alicelikeaudry e Federica bluebeam310 (che mi manca tanto)  che si sono ispirate alle preparazioni di Make-Up Artist di marchi prestigiosi come MUFE e MAC. Alcune accademie di MUA utilizzano addirittura la benzina denaturata del ferramenta come unico solvente-detergente.

Dopo varie prove e prendendo spunti qua e la, sono arrivata alla mia ricettina, che mi da grandi soddisfazioni.

Le  dosi per circa 125 ml ( il volume del mio dispenser spray) sono:
– 2 parti di acqua oligo/minerale = 80 ml

– 1 parte di alcol etilico denaturato (quello rosa per intenderci) = 40 ml

– 1 cucchiaino di balsamo senza risciacquo

– 1 cucchiaino di detergente delicato ( cien body wash)

– 1/2 cucchiaino di detergente piatti

– opzionale un cucchiaino di amuchina liquida o gel.

Basta versare gli ingredienti dentro il dispenser con un imbutino e shackerare tutto per bene. Inizialmente il balsamo resterà come corpo di fondo, come se non si solubilizzasse, ma date tempo al tempo, in un paio di ore la miscela diventerà omogenea e prontissima all’uso.

La componente alcolica, evaporando velocemente, fa in modo che il pennello si asciughi rapidamente in pochi secondi e sia subito pronto all’uso; cosa impossibile con i classici lavaggi ad acqua.

So che molti di voi sono già inorriditi leggendo i miei ingredienti, ma io da chimica vi assicuro che non ci sono pericoli per la salute dei vostri occhi e la vostra pelle, men che mai per le setole dei vostri pennelli.

a) Per quanto riguarda l’acqua non è strettamente necessario utilizzare quella demineralizzata/distillata, poichè non saranno certo le particelle di sodio abbandonate a rovinare le nostre setole, quello che è necessario è che l’acqua sia biologicamente pura e non dura —> di conseguenza non possiamo avere certezza dell’acqua del nostro rubinetto di casa, ma andrà benissimo una qualsiasi acqua naturale in bottiglia.

b) L’ alcol denaturato lo troviamo al supermercato a un prezzo irrisorio, è rosa e conferirà questa colorazione al prodotto finito. Puzza, ma per me è una cosa poco significativa, vista la resa. Immagino che il vostro problema sia l’INCI dell’alcol denat. rispetto al blasonato ( e costoso) buon-gusto. Sono paragonabili: in quello denaturato abbiamo il 90% di alcol etilico, circa il 7% di acqua ed è presente una piccolissima % di colorante e di additivi solforati. Questi ultimi sono i responsabili del cattivo odore e evaporano alle stesse velocità e temperatura dell’alcol, in modo da renderne impossibile la separazione, impedendo le frodi (visto che l’alcol etilico è tassato nel nostro Paese). Questi additivi non sono fonte di pericolo per l’uso che dobbiamo farne, basti pensare che l’alcol in questione viene usato anche per disinfettare ferite aperte, quindi a “penetrante” contatto con le nostre membra :). Per completezza vi dico che l’alcol buon-gusto contiene circa il 94% di alcol e il 6% di acqua (e costa moooooooooooolto di più).

 

 

c) Potete usare qualsiasi balsamo senza risciacquo, se lo usate abitualmente come faccio io. Ma se non lo avete in casa potete anche utilizzare un qualsiasi altro balsamo (ho testato anche questa possibilità). In generale vi consiglio il primo, poichè lascerà le setole meno “unte”, proprio come succede ai capelli, rispetto al secondo, che deve essere dilavato. Ma complessivamente l’effetto è minimo e basterà ripassare meglio il pennello sulla carta assorbente.

d) Le ricette originali usano come detergente di base per il nostro brush-cleanser lo shampoo, possibilmente uno shampoo delicato che non aggredisca e inaridisca le setole nel tempo. Poichè io mi diletto in varie preparazioni cosmetiche fai-da-te, preferisco utilizzare il mio detergente delicato universale di fiducia: l‘intimate body wash della Cien, acquistabile da Lidl.

e) Il detersivo piatti è l’agente con maggiore potere sgrassante, necessario per ripulire bene i pennelli dai prodotti in crema e waterproof. Li emulsionerà con l’acqua e li solubilizzerà nell’alcol, allontanandoli dalle setole.

f) L’amuchina è un optional igienizzante, utile se lavorate con gli stessi pennelli su più persone, ma in casa su voi stesse non è necessario. Ovviamente dovrete sempre ingienizzare e ripulire i vostri pennelli settimanalmente. Il brush-cleanser si utilizza solo sul momento in cui state realizzando un make-up e vi serve un pennello pulito, poichè sporco di un altro prodotto precedentemente usato.

 

Ed ècco la mia pozione magica a costo quasi zero. Facile da realizzare, anche per le principianti e le non-spignattatrici. Provare per credere!