Archivi tag: olio di jojoba

Unguento Riparatore Pelle (burro montato)

Standard

Eccomi qui di nuovo…scusate l’assenza, ma il trasloco, la vita (nuovamente) fuori sede e un intervento chirurgico mi hanno tenuta lontana da qui.

Vi scrivo a proposito del mio intervento che mi ha lasciato come ricordino una cicatrice che adesso cerco di trattare per fare in modo che si “invisibilizzi” prima possibile. Mi hanno proposto le più svariate creme in farmacia (vedi rilastil et.al) ma niente mi ha convinto veramente. Così ho pensato di realizzare il mio unguento riparatore con degli attivi sicuri, senza profumi, coloranti e sensibilizzanti vari, dato che ho la pelle chiarissima e molto sensibile, voglio evitare ulteriori problemi sulla cicatrice fresca.

Ho preparato un burro montato che contiene burro di karitè, olio di jojoba, olio di mandorle dolci e olio di germe di grano. Questi ingredienti sono ormai ampiamente noti per le loro proprietà idratanti, elasticizzanti e rigeneratrici della pelle. Sono capaci di nutrirla, mantenerla morbida, quindi flessibile, riducono i segni del tempo. Messi insieme sono un vero elisir di bellezza. Questo unguento può essere usato sul contorno occhi inumidito ( o insieme a gel di aloe), sulle smagliature vecchie o sul pancione gravido, sulle macchie da scottatura, sulle cicatrici e sui segni dell’acne. Il top sarebbe stato aggiungere anche l’olio di rosa mosqueta che ha proprio la capacità di cancellare i rossori e le cicatrici (anche vecchie), ma non lo avevo in dispensa.

Sono tutti dei prodotti facilmente reperibili nei supermercati (marche comuni:Provenzali, Forsa, Athena’s Erboristica etc.), vi basterà procurarvi uno sbattitore elettrico e un contenitore bel pulito dove riporre il vostro preparato. E’ importante che sia completamente asciutto, in quanto l’acqua accelera il processo di irrancidimento dei grassi. Io ho utilizzato un vasettino in vetro riciclato da una confezione di marmellata monodose.

La regola base per un burro montato è utilizzare un 50% di burri (qualsiasi voi vogliate, anche più di uno) e un 50% di oli ( qualsiasi voi vogliate, anche piu di uno)

Ingredienti:

–  15gr di burro di karitè

– 5 gr di olio di mandorle dolci

– 5 gr di olio di jojoba

– 5 gr di olio di germe di grano

Ho sciolto in una ciotolina a bagnomaria il burro di karitè, una volta liquefatto ho aggiunto tutti gli oli e riposto la ciotola in freezer per circa 10 minuti (deve formarsi un anello solido bianco vicino alle pareti della ciotola). Dopo ciò ho montato il tutto con le fruste elettriche per 4-5 minuti e riposto nuovamente in freezer. Ho ripetuto questa serie di operazioni 4 volte, fino a quando ho ottenuto un composto spumoso, soffice e bianca …quasi fosse panna montata.

Ho travasato tutto nel mio barattolino di vetro e conservato in frigo per altre 2h in modo da fare assestare per bene (visto il caldo) l’emulsione.

That’s all.

Lo utilizzo 3 volte al giorno: ne prendo una puntina con le dita e insieme a una goccia di gel di aloe ( che essendo acquoso aiuta a veicolare gli attivi nella pelle, altrimenti la seccherebbero) massaggiandolo sulla cicatrice fino a completo assorbimento. Il gel di aloe potrebbe essere inserito direttamente nella lisa degli ingredienti, aggiungendolo dopo aver montato il preparato la prima volta, ma io ho preferito di no. Evitando il gel di aloe (a base d’acqua velocizza l’irrancidimento dei grassi) non è stato necessario aggiungere all’unguento dei conservati, in modo da renderlo più delicato. Ho sempre del gel di aloe a casa, quindi lo aggiungo “fresco” in fase di applicazione.

Prolungherò questo trattamento per almeno 3 mesi.

Annunci

Contorno occhi secco? Il salva-inverno

Standard

Buongiorno a tutti! Oggi è la prima domenica di questo autunno nella quale riesco a rilassarmi un pò, ho finito la trafila per l’esame di abilitazione ( e mi sono abilitata yeaaaaah) quindi eccomi qui a dedicarmi alle mie passioni.

In questo ultimo mese di freddo, e di stress, dove mi capitava di rifare anche due volte al giorno la base, il mio contorno occhi si era sciupato tantissimo, era molto disidratato e tendeva a segnarmi le fastidiosissime rughette. Nella mia routine uso ormai da tre anni il contorno-occhi della ISEREE ( lo trovate da lidl a 2,49€), ma non era più sufficiente, nonostante lo applicassi 3 volte al giorno.

Finito uno dei top-coat di essence e lavata la boccetta per recupero e futuri utilizzi, mi è venuta una ideona, che condivido subito qui con voi. Ho creato una miscela di oli vegetali che avevo in casa, molto nutrienti, idratanti e distensivi, perfetti per il contorno-occhi anche perchè anti-age.

Andiamo con ordine:

Ho preparato 6 ml di olio ricco, semplicemente miscelando:

– 2ml di olio di mandorle dolci (provenzali)
– 2ml di olio di jojoba (forsan)
– 2ml di olio di germe di grano (Erboristica Athena’s)

La boccettina di smalto mi è molto utile, grazie al suo pennellino, vado proprio ad applicare grossolanamente il prodotto sul contorno occhi e nelle fossette agli angoli della bocca, molto velocemente e senza ungermi le mani (in alternativa potreste usare un roll-on in vetro di un vecchio lucidalabbra). Successivamente prendo la mia crema viso e la massaggio per bene distribuendo nelle zone critiche l’olio precedentemente applicato.
Utilizzo questa routine da quasi tre settimane e sono estremamente soddisfatta dei risultati!! Ho il contorno-occhi disteso, morbido, resistente agli attacchi del freddo e allo stress trucco-strucco, e le mie tasche ringraziano.

Applico l’olio la mattina insieme alla crema da giorno (avon care antiage) e la sera insieme alla crema da notte (effetto seta di bottega verde) . Se mi capita di dovermi ritruccare durante la giornata lo stendo insieme alla base trucco (essence my skin viola opacizzante).
Se non avete a disposizione tutti gli oli citati potete provare anche solo con uno di essi (penso che quasi tutte voi abbiate almeno l’olio di mandorle in casa). Potete provare ad applicarlo solo nella fase di preparazione al trucco.

Vi consiglio sempre di non applicare l’olio puro sulla pelle perchè, dopo qualche applicazione, avrete l’effetto contrario all’idratazione. Gli oli devono essere sempre veicolati con acqua. Se non mettete la crema, basta avere la pelle leggermente inumidita ( di semplice acqua, o tonico). In particolare questo è necessario per tutti coloro che soffrono di borse, l’olio puro promuove la stasi dei liquidi e causa ritenzione, favorendo la formazione di borse, specialmente durante la notte. Inumidite sempre la pelle prima di applicare un olio e per godere a pieno di tutte le sue proprietà.

Profumo solido home-made

Standard

Nell’ultimo viaggio effettuato ho terminato il profumo solido in stick di bottega verde, alla vaniglia, che portavo sempre con me per praticità. Per cui mi sono ingegnata a crearne uno da sola con ingredienti che avevo in casa e che avesse le stesse “comodità”

Ho sciolto a bagnomaria:

– 2g di cera d’api (ma potete usare qualsiasi tipo di cera, anche la cera alimentare microcristallina del galbanino – per intenderci)

– 1g di olio di jojoba

-1g di olio di cocco

potete sostituire entrambi gli oli con un solo olio, o utilizzare più oli che avete a casa (es. riso, oliva, soia, mandorla etc…). La ricetta prevede che ci siano uguali parti di cera e di olio.

Ho lasciato intiepidire, senza far rapprendere la cera e ho aggiunto:

-4 gocce di fragranza gelsomino

-1 goccia di fragranza vaniglia.

Ovviamente potete scegliere la fragranza che preferite.

E’ necessario non versare le fragranze nella fase grassa quando è troppo calda, poichè sono estremamente volatili e rischierebbero di evaporare in fretta senza fissarsi nel prodotto durante la solidificazione.

Ho versato tutto nello stick che avevo del profumino esaurito di bottega verde, ma si può usare lo stick per burrocacao o qualsiasi jarrina o piccolo contenitore, che in genere contiene lipbalm.

Dopo mezz’ora in frigo il mio nuovo profumo solido tascabile è pronto. Facile da applicare dallo stick direttamente dietro le orecchie e sui polsi.

profumo solido

Balsamo labbra HOMEMADE (senza cera!!!)

Standard

Oggi ho finito il mio amato balsamo labbra all’olio di ricino così mi sono messa all’opera sfruttando una ricettina facilissima di Lola.

-1g di burro di karitè

-1g di burro di cacao

-1g di miele

-0.5 g di olio di cocco

– 2 gocce di fragranza a piacere

Non è necessario usare la cera e nemmeno conservanti. Il burro di cacao a T ambiente darà la consistenza solida, oltre a fornire le proprietà idratanti ed emollienti. Il burro di karitè può essere usato puro oppure in miscela con oli (es.olio di mandorle dolci come quello venduto da I PROVENZALI). Il miele, oltre a dare un sapore dolce, ha un potere curativo e riparatore sulle labbra screpolate e inoltre è un antisettico naturale, grazie a questa sua capacità e alla assenza di acqua nella formulazione, non è necessario usare conservanti. L’olio di cocco può essere sostituito con qualsiasi altro olio idratante (es.mandorle, olio di jojoba o oleolito di arancia), se usate l’olio di ricino, grazie alla sua capacità di aderire, il balsamo resisterà più a lungo sulle vostre labbra. Io come fragranza ho usato la vaniglia.

Se volete ridurre all’osso la ricetta, se non avete a disposizione tutti gli ingredienti, la base sono i due burri e il miele che devono essere presenti in parti uguali ( 1/3 per ciascuno)

Ma andiamo alla preparazione:

Sciogliere a bagnomaria i due burri e aggiungere l’olio a piacere. Togliere dal bagno e aggiungere il miele. Mescolare fino a quando i burri tornano a temperatura ambiente e si rapprendono, se non lo fare il miele tenderà a separarsi e a depositarsi sul fondo. In questa fase potete aggiungere la fragranza (o l’olio essenziale che avete scelto).

Prima che si compatti completamente travasatelo in una jar e lasciatelo freddare del tutto.

Io ho usato un contenitore pulito di un ombretto essence che avevo depottato.

Facilissimo, veloce, naturalissimo, efficace ^^

Spero di esservi stata utile.