Archivi tag: drops_of_beauty

Unguento Riparatore Pelle (burro montato)

Standard

Eccomi qui di nuovo…scusate l’assenza, ma il trasloco, la vita (nuovamente) fuori sede e un intervento chirurgico mi hanno tenuta lontana da qui.

Vi scrivo a proposito del mio intervento che mi ha lasciato come ricordino una cicatrice che adesso cerco di trattare per fare in modo che si “invisibilizzi” prima possibile. Mi hanno proposto le più svariate creme in farmacia (vedi rilastil et.al) ma niente mi ha convinto veramente. Così ho pensato di realizzare il mio unguento riparatore con degli attivi sicuri, senza profumi, coloranti e sensibilizzanti vari, dato che ho la pelle chiarissima e molto sensibile, voglio evitare ulteriori problemi sulla cicatrice fresca.

Ho preparato un burro montato che contiene burro di karitè, olio di jojoba, olio di mandorle dolci e olio di germe di grano. Questi ingredienti sono ormai ampiamente noti per le loro proprietà idratanti, elasticizzanti e rigeneratrici della pelle. Sono capaci di nutrirla, mantenerla morbida, quindi flessibile, riducono i segni del tempo. Messi insieme sono un vero elisir di bellezza. Questo unguento può essere usato sul contorno occhi inumidito ( o insieme a gel di aloe), sulle smagliature vecchie o sul pancione gravido, sulle macchie da scottatura, sulle cicatrici e sui segni dell’acne. Il top sarebbe stato aggiungere anche l’olio di rosa mosqueta che ha proprio la capacità di cancellare i rossori e le cicatrici (anche vecchie), ma non lo avevo in dispensa.

Sono tutti dei prodotti facilmente reperibili nei supermercati (marche comuni:Provenzali, Forsa, Athena’s Erboristica etc.), vi basterà procurarvi uno sbattitore elettrico e un contenitore bel pulito dove riporre il vostro preparato. E’ importante che sia completamente asciutto, in quanto l’acqua accelera il processo di irrancidimento dei grassi. Io ho utilizzato un vasettino in vetro riciclato da una confezione di marmellata monodose.

La regola base per un burro montato è utilizzare un 50% di burri (qualsiasi voi vogliate, anche più di uno) e un 50% di oli ( qualsiasi voi vogliate, anche piu di uno)

Ingredienti:

–  15gr di burro di karitè

– 5 gr di olio di mandorle dolci

– 5 gr di olio di jojoba

– 5 gr di olio di germe di grano

Ho sciolto in una ciotolina a bagnomaria il burro di karitè, una volta liquefatto ho aggiunto tutti gli oli e riposto la ciotola in freezer per circa 10 minuti (deve formarsi un anello solido bianco vicino alle pareti della ciotola). Dopo ciò ho montato il tutto con le fruste elettriche per 4-5 minuti e riposto nuovamente in freezer. Ho ripetuto questa serie di operazioni 4 volte, fino a quando ho ottenuto un composto spumoso, soffice e bianca …quasi fosse panna montata.

Ho travasato tutto nel mio barattolino di vetro e conservato in frigo per altre 2h in modo da fare assestare per bene (visto il caldo) l’emulsione.

That’s all.

Lo utilizzo 3 volte al giorno: ne prendo una puntina con le dita e insieme a una goccia di gel di aloe ( che essendo acquoso aiuta a veicolare gli attivi nella pelle, altrimenti la seccherebbero) massaggiandolo sulla cicatrice fino a completo assorbimento. Il gel di aloe potrebbe essere inserito direttamente nella lisa degli ingredienti, aggiungendolo dopo aver montato il preparato la prima volta, ma io ho preferito di no. Evitando il gel di aloe (a base d’acqua velocizza l’irrancidimento dei grassi) non è stato necessario aggiungere all’unguento dei conservati, in modo da renderlo più delicato. Ho sempre del gel di aloe a casa, quindi lo aggiungo “fresco” in fase di applicazione.

Prolungherò questo trattamento per almeno 3 mesi.

Annunci

Dupe low cost di “snob” di MAC

Standard

Snob è uno dei rossetti satìn, della gamma permanente di MAC, tra i più discussi. E’ un rosa con sottotono ciclamino, con finish opaco, che non si adatta allo stesso modo a tutte le carnagioni.

snob di MAC *

snob di MAC *

E’ una tonalità che mi piace moltissimo, ritengo che sulle ragazze dalla pelle e capelli chiari (come me) doni un aspetto chic sofisticato da giorno; sulle ragazze dalla pelle olivastra e più scura credo che sia da usare la sera con dei look strong da “clubbing”.

tono caldo -  tono freddo *

tono caldo* – tono freddo *

Proprio per questa difficoltà nell’adattarlo all’incarnato spesso si è diffidenti nell’acquistarlo a scatola chiusa (spesso online), e il prezzo dei rossetti MAC non è per tutte le tasche, quindi sono partita alla ricerca di un rossetto che possa avvicinarsi a Snob.

Credo di averlo trovato, almeno, ritengo che sia molto simile l’effetto sul mio colore di labbra / incarnato: si tratta di Violet Friday della Linea Permanente Color Trend di Avon. I rossetti di questa linea, completamente rinnovata di recente, si chiamano Kiss ‘n Go, ne possiedo diversi e li promuovo tutti in durata e pigmentazione, prossimamente dedicherò a loro un post, ma ritorniamo all’oggetto del nostro discorso:

con flash - con luce naturale*

con flash(non spaventatevi!) – con luce naturale*

Il packaging ricorda quello dei rossetti di elf vecchia maniera, l’astuccio è bianco con la serigrafia del marchio e dalla fascetta trasparente centrale è possibile riconoscere il colore.

Il prezzo è di circa 6€, ma io l’ho acquistato in offerta a 2,50€  (Avon ripropone spesso offerte promozionali del genere)

La reperibilità è correlata alla possibilità di avere una rappresentante Avon a portata di mano, potete ricercare sul sito ufficiale di Avon quella più vicina a voi.

205 - violet friday -714

205 – violet friday -714

Riesco a sfruttare il sottotono violaceo se uso come base la matita di kiko della linea smart num. 205  oppure esalto il rosa utilizzando come base la matita di kiko della linea smart num. 714

________________________________________________________

*Le foto riportate sono state quotate utilizzando la ricerca di google, poichè non possiedo il MAC originale.

FOTD #1: blue&sparkle green

Standard
FOTD #1

FOTD #1

Prodotti utilizzati per

a) base:

fluido preparatore :mattifying cream ai frutti rossi, essence MySkin

primer viso: prime and fine smoothing refiner, catrice

correttore: fondotinta in mousse, essence Pure Skin, colorazione sand

fondotinta: Calming Effect Illuminating Foundation, Avon, colorazione ivory

cipria: fix&matt, essence

terra: sunclub for blondes lighter skin, essence

blush: blusher, H&M, colorazione Dazzling Peach

b) occhi:

matita sopracciglia: eyebrow designer, essence, colorazione 02 brown

base occhi: I love stage, essence; matita bianca, avon color trend

basi colorate: long lasting stick eyeshadow, KIKO, colorazioni 17(blu), 10(verde)

ombretti: colour sphere eyeshadow 02, KIKO; colour sphere DUO eyeshadow 109(blu), KIKO; eyeshadow alta pigmentazione 109(verde matt), KIKO; eyeshadow alta pigmentazione 128, KIKO

– glitter verdi + body glue, no brand

eyeliner: gel eyeliner nero, essence; long lasting stick eyeshadow 10,KIKO

mascara: maximum definition volume mascara, essence; mascara top coat allungante,KIKO

c) labbra:

matita labbra: Kajal pencil 19.all I want, essence

rossetto: smart lipstik 96, KIKO

Haul KIKO: SALDI

Standard

Oggi ho approfittato dei Saldi di Kiko per fare scorta dei rossetti della linea Smart in promozione a 1.90€.
La  loro qualità è molto dibattuta, per ciò che riguarda la mia esperienza devo dire che tutti i rossetti della linea che presentato un finish lucido e texture cremosa sono davvero ottimi per il prezzo che hanno, mentre le colorazioni matte hanno una texture più secca ma risultano molto durevoli, i peggiori sono sicuramente i perlati-shimmer, ma non li preferisco in generale di nessun brand.
Quelli che secondo me non dovrebbero mai mancare nelle nostre collezioni sono:

96: nude rosato, lucido, texture cremosa, molto confortevole
11: rosa classico, matt, longlasting, discreto ma spiritoso
84: rosso classico con sottotono arancio, matt
87: prugna/ciliegia lucido e cremoso ( mi mamme ne ha divorato già 3 stick!)

In particolare oggi ho acquistato tre colorazioni, due delle quali già menzionate (84-87) e una che fino ad ora non ho mai provato: 10 un rosso indiano portabile anche di giorno senza troppi imbarazzi, la texture è cremosa e il finish lucido.

kiko smart lipstick

kiko smart lipstick

Ebbene si, ho preso anche l’ennesimo smalto…a solo 1€, 269: giallo glitter con base colorata, per giocare un po con le trasparenze, sfruttandolo come topcoat ( voglio provarlo su un rosso geranio, o un tangerine)

269 giallo glitter

269 giallo glitter

Delusa per la totale assenza dei rossetti della collezione Lavish Oriental, nonostante siano riapparsi magicamente nel catalogo on-line (ma mai disponibili all’acquisto -.-), ho ripiegato su due matite della stessa collezione, in particolare si tratta delle Smoky eye pencil, invogliata dal loro prezzo scontato del 50% (3.40€).
Sono delle matite ad altissima pigmentazione, estremamente cremose,  facili da sfumare con il pennellino in dotazione, che può essere comodo anche come applicatore eye-liner di emergenza o in viaggio, oppure da usare per ritocchi. Sono nate per essere basi per smoky eye quindi la facile sfumabilità deve essere una prerogativa necessaria, quello che mi preoccupava era proprio l’associata cremosità, che può causare sbavature facili e pessima durata. Invece sono rimasta piacevolmente sorpresa dagli swatches che avevo fatto sul dorso della mano che, dopo ore,  dopo essere tornata a casa, dopo aver lavato le mani, erano ancora li!!In definitiva direi che ci mettono un po ad asciugarsi, lasciando la possibilità di essere lavorate, ma una volta asciutte restano fissate (mi riservo di ritrattare l’opinione con l’uso)
Mi sono lasciata catturare dalla numero 03 violet indigo, un colore stupendo!! un blu violetto iperscrivente!! Poi sono rimasta sul classico con la 01 foggy wood un marrone carico con riflessi dorati.

01-03 smoky eye pencil -Lavish Oriental

01-03 smoky eye pencil -Lavish Oriental

applicazione netta -sfumatura

applicazione netta -sfumatura

*** A U G U R I ***

Standard

Subito dopo Natale partirò per raggiungere il mio fidanzato, ritornerò il prossimo anno…per cui

                                                                                                  Buone Feste a tutti!!

Christmas <3

Impacco per capelli con la maionese

Standard

Sapete che sperimento spesso impacchi home-made per la cura dei capelli, ma avendo sempre meno tempo cerco di utilizzare cose “pronte” cercando di sfruttare sempre le proprietà naturali degli ingredienti.

Questo mese è stato il turno della maionese!!!

Può sembrare insolito ma se ci riflettete un attimo vi renderete subito conto che è un concentrato di tutti i prodotti che le nostre nonne hanno sempre usato per curare le loro chiome!

uova: la storia infinita del tuorlo d’uovo sbattuto per rinvigorire i capelli chi non l’ha mai sentita? tutte però ci ritraiamo a causa dell’odore forte che lascia, della difficoltà a trovare la dose giusta! Eppure il tuorlo d’uovo è ricco di lecitina e di vitamine che riescono a rivitalizzare anche i capelli più secchi: dopo pochi trattamenti si inspessiscono e diventano più forti.

aceto e limone: venivano usati dalle nostre nonne per sgrassare l’eccesso del sapone di marsiglia che usavano come shampoo e ristabilire il pH della chioma. L’aceto e il limone, opportunamente diluiti in acqua ( per evitare secchezza) conferiscono spiccata lucentezza ai capelli.

olio: forse l’impacco più usato per mantenere l’idratazione propria del capello, aiutandolo a resistere a stress esterni, aiuta a condizionarli e a proteggere e nutrire il cuoio capelluto e quindi a far crescere capelli sani.

Vi basta per capire? Tutte queste proprietà sono concentrate nella maionese che si presenta come una emulsione cremosa facile da trattare e spalmare sui capelli senza difficoltà e senza dover adoperarsi in preparazioni casalinghe, l’unico sforzo è quello di aprire il frigo…

Io ho i capelli di media lunghezza e ne uso un cucchiaio da minestra abbondante, lo passo sulle lunghezze e massaggio il cuoio capelluto. Lascio in posa 20 minuti circa e poi procedo con lo shampoo.

Provateci! Almeno una volta…per pura curiosità.

Ps- esiste anche la mayonese allo yogurt…ancora meglio! 😀

NAOTD # 11: cold and glitter

Standard

Data la mania glitterosa impazzante in questo periodo ecco quello che ho provato a fare con materiali già in mio possesso!!

Non è una vera e propria nail art, ma in riciclo sostenibile ( =D   ) per andare in contro al trend del momento.

glitter cold

Dopo aver steso la base ho fatto due passate di smalto olografico di kiko della collezione Lavish Oriental num 400.
Ad asciugatura completissima ( perchè questo smalto tende a farsi trascinare via) ho steso una passata di top-coat glitter della linea Twin di essence num 02 julia. Una passata di top-coat lucido finale, per trattenere meglio i glitter.