Acqua micellare home-made, super low-cost

Standard

Mi sono sempre arrabbiata e ho sempre combattuto questo nuovo marketing delle “acque micellari” considerate come nuove pozioni magiche, che risolvono i problemi del mondo….e che costano a peso d’oro. Un costo ingiustificato per me che so cosa significa “micellare” e quindi in cosa consiste un’acqua micellare.

Voglio chiarire anche le vostre idee, prima di passare alla ricetta.

Le micelle sono le strutture supramolecolari che producono tutti i tensioattivi quando vengono aggiunti all’acqua, oltre una certa concentrazione, che si chiama appunto concentrazione micellare critica (cmc). E’ un processo di auto-assemblaggio delle molecole di tensioattivo, che devono essere immaginate come dei bruchi: con una testa polare e un lungo corpo serpentoso non polare. Quando raggiungono la CMC in acqua, si assemblano formando delle sferette, posizionando i loro corpi all’interno della sfera e le loro teste sulla superficie della sfera, in questo modo riescono a mantenersi stabili, e a “sciogliersi” in acqua.

 

micella

 

Proprio questa capacità conferisce le proprietà pulenti, perchè quando incontrano lo sporco, esso viene inglobato all’interno delle sferette, dove trova un ambiente più affine a sè, ed eliminato con il lavaggio. In sostanza, quindi, un’acqua micellare è una “emulsione” di tensioattivi in acqua...acqua e sapone per intenderci, per questo non ne giustifico assolutamente i costi spropositati.

Proviamo a riprodurre in casa una emulsione micellare:

acqua distillata (o infuso di erbe, o idrolato, o tonico)
tensioattivo (detergente delicato: shampoo, detergente intimo, bodywash Cien)
additivi facoltativi (gel di aloe, glicerina, gel di acido ialuronico)

 

In 100 ml di acqua, io nello specifico ho usato l’acqua di rose della Roberts, ho aggiunto 2 cucchiaini di detergente Cien body-wash e mezzo cucchiaino di gel di aloe 98% dell’Equilibra. Miscelate bene e versate in una bottiglietta, plastica o vetro è indifferente. Io ho usato una vecchia bottiglietta di solvente per unghie, ovviamente ben lavata.

 

La vostra acqua micellare economicissima e fatta in casa è pronta.

Ho provato a usarla per struccare i make-up da giorno, tornando da lavoro. Mascara e matite scure li toglie senza problemi, più avanti vi aggiornerò sulle prestazioni relative ai trucchi water-proof e smokey.

Annunci

»

  1. Adoro le tue spiegazioni scientifiche! Ieri ho finalmente comprato dei contenitori, voglio provare 😉 Mi mancano gli additivi, ma se sono facoltativi!

  2. non sono per nulla necessari per conferire capacità struccante, possono solo addolcire un po, e rendere meno “secca” la formulazione…anzi senza aggiungerli si prolunga la scadenz (in assenza di conservanti) perchè mettere oli e gelatine varie in acqua è la gioia delle muffe ehehhe

  3. Ottimo post… avrei avuto bisogno di te al liceo nell’ora di chimica (non andavo male nelle scienze, ma la chimica e le sue formule mi bloccavano in un nano secondo!) 😉
    Si può usare tutti i giorni anche quando non si è applicato del trucco, per essere semplicemente sicure di aver eliminato il sebo in eccesso?
    bacioniiiii

  4. si certo! per avere un effetto maggiormente sgrassante e astringente si può aggiungere un cucchiaio di aceto di mele. Conviene sempre però prepararne poco per volta in modo che non abbia tempo di rovinarsi. 100ml dovrebbero durare circa 2 settimane

    • ne puoi provare una piccola dosa e vedi se ti ci trovi…è roba che in casa si può trovare, se non va bene alla fine non ci perdi niente…

  5. ciao!! siccome ho tutti gli ingredienti volevo provare a farla, ma ti posso chiedere per favore quanto tempo si può conservare con le quantità che hai usato tu? un bacio!

    • si conserva alcuni mesi…ma questa dose io la consumo in 2-3 settimane, quindi vai tranquilla. Il fatto che tu usi un detergente “preconfezionato” introduce i suoi conservanti, che mantengo il prodotto finito, la scadenza si prolunga se invece di usare un idrolato fatto in casa, usi un tonico in commercio (vedi acqua di rose per esempio)

      • ti ringrazio per la risposta super dettagliata 🙂 infatti userò l’acqua di rose roberts 🙂 un bacio

      • Fammi sapere come ti trovi…io proprio in questi giorni di caldo sono passata dal balsamo struccante all’olio di cocco (lo trovi in un altro mio post) a questa acqua, che uso essenzialmente d’estate…la tengo in frigo per avere anche un effetto rinfrescante-decongestionante dato che mi strucco in genere verso le 15 tornando da lavoro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...